Alimentazione e pubblicità

Massimo Gallorini

Alimentazione e pubblicità

Massimo GalloriniBuongiorno a tutti, per continuare sulla falsa riga dell’ultimo articolo riguardo l’alimentazione, vorrei trattare l’argomento pubblicità, ovvero del messaggio pubblicitario riguardo il cibo secco per cani. Le pubblicità sciorinano le qualità dei loro prodotti menzionando miracoli sul pelo, alito, appetibilità, mobilità, nonchè sulla qualità delle materie prime, ecc… Non è proprio così!

Iniziando dall’appetibità, a tale scopo vengono usati appetizzanti chimici, scarti e grasso di origine animale anche ossidato (il grasso di colore giallo) il quale, ovviamente con il passare del tempo intossica l’organismo del cane, nella
maggior parte dei prodotti. Tali sostanze vengono introdotte proprio perchè il cane, usa il naso e l’olfatto come fa in natura per “conoscere” quello che ha davanti, cosicchè sentendo tali odori mangia senza problemi.

Le aziende di mangimi per cani

Alcune case produttrici promettono che con il proprio cibo il cane otterà un pelo dalle qualità eccelse, dalla morbidezza alla lucentezza. Non è proprio così, certo, il risultato può esserci e come dicono in poco tempo, ma al prezzo di una sempre più crescente intossicazione. Volendo poi andare un pò più nel profondo, il pelo come i nostri capelli, sono uno dei baluardi più importanti per espellere dal corpo metalli pesanti assunti dall’ambiente, dall’acqua e soprattutto dal cibo, ma se questa via viene “otturata” da eccipienti chimici e perché chimici contenenti gli stessi metalli pesanti che il corpo cerca quotidianamente di espellere, il corpo va inesorabilmente verso una sicura tossiemia, la quale può sfociare in qualsiasi malattia o patologia.

La mobilità

Nel corso degli anni ho avuto la possibilità di conoscere diversi medici veterinari; gran parte di loro ignorano la potenza risolutiva dell’alimentazione sana e piena di vegetali crudi come la natura ci offre ed ignora o almeno sembra anche la forza di alcuni ottimi integratori di qualità, come i condroprotettori realizzati con materie prime di alta qualità cosi che possano aiutare ancora di più, veramente le articolazioni, cartilagini e liquido sinoviale.

L’alito

Per rendere più profumato l’alito o meglio per rendere più Arbre magique i cani le aziende si inventano di tutto dagli alimenti ai premi i quali dovrebbero, secondo loro, abbassare la carica batterica della bocca della cane, che peraltro, è
funzionale al loro essere per donare un alito come una brezza di primavera .

Questo, vedete, può andare a coprire una eventuale patologia di vario genere e ritardarne la scoperta. Dunque, in conclusione siate consumatori ma soprattutto compagni di vita dei vostri animali più consapevoli, come? Leggendo più attentamente e senza scuse di sorta le etichette dei prodotti che volete somministrare ai vostri amici, donando
loro non solo una vita piú lunga, che é fine a se stesso, ma di maggiore qualità!

Buona vita a tutti

Max